Il nuovo Museo 2023

È ormai tradizione che ogni sei o sette anni si rinnovi la struttura museale, per sopraggiunte esigenze di spazio e di modernizzazione, quindi da qualche mese stiamo lavorando per offrire una nuova sede alle opere dei numerosi artisti che espongono in maniera permanente e temporanea al Museo del Metaverso.

La struttura che ha ospitato le opere fino a qualche mese fa e che fu inaugurata nel 2015  è stata ideata e costruita da Elif Ayiter alias Alpha Auer, architetto e docente di Media Art all’Università di Istanbul, che ringrazio sentitamente per averci regalato un sogno durato otto anni.

La nuova struttura, ideata e costruita da *Laszlo Ordogh Diabolus alias Velazquez Bonetto, informatico ed esperto di design industriale, è completata, resta soltanto di finire di predisporre tutti i lavori degli artisti.

Ribadisco per chi ancora non ne fosse a conoscenza che il Museo del Metaverso si trova ed è visitabile in Craft World Opensim , a questo indirizzo: craft-world.org:8002/MdM

Il museo è disseminato di aree verdi, giardini bellissimi costruiti da Fiona Saiman che oltre a collaborare con MdM  è anche un’artista in residenza nel museo.

Il nuovo MdM sarà inaugurato ad Ottobre 2023, in data da definirsi.

 

 

Il concept del museo è bene descritto nel seguente testo di Laslo Ordogh:

Il mondo virtuale non è altro che un vero e proprio trucco del cervello umano. Ma i mondi virtuali sono molto più di un semplice trucco del nostro cervello. Questi ambienti virtuali ci permettono di superare i confini del mondo reale e di fare esperienze che non potremmo fare nel mondo fisico. Nei mondi virtuali abbiamo l’opportunità di provare nuovi ruoli, di liberare la nostra creatività e di andare in posti che non vedremmo mai nella vita reale. Ci danno anche l’opportunità di stringere legami, amicizie e collaborazioni che non potremmo mai stringere nel mondo reale. Pertanto, l’importanza dei mondi virtuali va ben oltre la semplice definizione di ingannare il cervello umano.

Concetto di museo virtuale immersivo in 3D.

Il museo virtuale immersivo in 3D è un concetto che consente ai visitatori di esplorare musei, mostre e collezioni in un ambiente virtuale. Grazie all’ambiente 3D, i visitatori possono immergersi nel mondo del museo e sentirsi come se fossero davvero lì.

I musei virtuali in 3D sono solitamente composti da diversi livelli. Il primo livello è l’edificio, nel quale i visitatori possono entrare, vedere le mostre e interagire con gli oggetti del museo. Anche i dettagli degli interni dell’edificio, come porte, pareti, pavimenti e soffitti, sono elaborati e appaiono realistici.

Il secondo livello ospita gli oggetti esposti e le collezioni. Nei musei virtuali 3D, i visitatori possono vedere l’intera collezione del museo e interagire con gli oggetti. Anche le singole esposizioni sono sviluppate separatamente e i visitatori sono generalmente liberi di muoversi nei luoghi di loro interesse.

I musei virtuali 3D di solito includono anche funzioni interattive che consentono ai visitatori di conoscere gli oggetti esposti e la storia del museo. Ad esempio, tour audio interattivi, video e pannelli informativi possono aiutare i visitatori a comprendere meglio il museo.

I musei virtuali in 3D possono svolgere un ruolo importante anche nel campo dell’istruzione. Questi tipi di musei permettono agli studenti di imparare al proprio ritmo e nel proprio stile e di scoprire nuove cose sul passato e sul presente del nostro mondo.

Un altro vantaggio dei musei virtuali 3D è che sono facilmente accessibili ai visitatori, in quanto possono essere visitati ovunque e in qualsiasi momento via Internet. Inoltre, la creazione e il funzionamento dei musei virtuali 3D sono molto più convenienti rispetto ai musei reali, perché è necessario mantenere solo le apparecchiature elettroniche e la creazione digitale dei contenuti.

Il Museo virtuale italiano del Metaverso è la nuova sede della collezione di arte del metaverso di MdM.

Il MdM (Museo del Metaverso) è un museo virtuale italiano che ospita la collezione d’arte del Metaverso. Il metaverso è una rete di realtà virtuali in cui gli utenti possono interagire tra loro, con oggetti e ambienti virtuali.

MdM si propone di offrire ai visitatori l’opportunità di scoprire opere d’arte uniche nell’ambiente del metaverso. Il museo è stato progettato per consentire ai visitatori di muoversi liberamente nell’ambiente virtuale e di vedere una serie di mostre incentrate sulle opere create nel metaverso.

Il MdM contiene più di (xxx) opere d’arte, tra cui sculture virtuali, dipinti, animazioni, installazioni digitali e molto altro. La collezione è in costante crescita e MdM collabora con vari artisti e creatori per presentare nuove opere come parte della collezione.

MdM è un pioniere del metaverso, che mira a consentire alle persone di sperimentare e interagire con l’arte in un ambiente virtuale. Il vantaggio di questo tipo di museo è che è accessibile a chiunque, e i visitatori possono facilmente e comodamente scoprire nuove esperienze culturali e artistiche dalla comodità di casa propria, via internet.

Concetto strutturale del nuovo museo MdM.

Il nuovo museo MdM ha un design multifunzionale e modulare, che consente all’edificio di adattarsi in modo flessibile ai contenuti e alle esigenze di spazio delle mostre. La struttura dell’edificio è costituita da moduli che possono essere modificati e spostati in base alle esigenze delle mostre.

L’edificio del museo MdM è composto da diversi moduli, che si adattano alle esigenze delle mostre. Ogni modulo ha una dimensione diversa, in modo che i blocchi dell’edificio possano essere facilmente assemblati e modificati in base alle esigenze delle diverse mostre.

Il design dell’edificio consente di fornire lo spazio e l’ambiente adatti a diversi tipi di opere d’arte. Le sculture virtuali, ad esempio, necessitano di uno spazio espositivo più ampio e di un soffitto alto, mentre le installazioni digitali e le esperienze di realtà virtuale richiedono uno spazio più piccolo e intimo.

Il design modulare dell’edificio non solo consente di spostare e variare facilmente gli elementi dell’edificio, ma anche di riorganizzarlo rapidamente tra le diverse mostre. Ciò è dovuto alla capacità dell’edificio di adattarsi facilmente alle esigenze e ai contenuti mutevoli delle mostre.

Il design modulare e l’adattabilità del nuovo museo MdM consentono di offrire un’esperienza artistica confortevole e interessante per tutti, a seconda degli interessi e delle età dei visitatori.

Poiché la collezione del MdM è in costante crescita, anche lo spazio virtuale deve essere espandibile.

La creazione del museo MdM come spazio virtuale consentirà alla collezione del museo di continuare a crescere mentre lo spazio virtuale continua a espandersi. Lo spazio virtuale, infatti, è abbastanza flessibile da adattarsi all’aggiunta di nuovi oggetti, in modo da non dover ricostruire il museo o aggiungere nuove parti dell’edificio.

Inoltre, consente ai visitatori del museo di accedere facilmente alla collezione e alle mostre da qualsiasi parte del mondo. Tramite Internet, chiunque può accedere allo spazio virtuale del museo e sfogliare facilmente la collezione.

La possibilità di espandere lo spazio virtuale significa che qualsiasi opera d’arte o mostra aggiunta alla collezione del museo può essere facilmente integrata nello spazio virtuale. Questo permette al museo di evolversi ed espandersi continuamente, aggiungendo nuove opere d’arte e mostre alla sua collezione e incorporandole nello spazio virtuale.

Lo speciale involucro del museo permette di vederlo dall’interno, oscurando l’ambiente esterno e fornendo uno sfondo neutro, mentre dall’esterno le pareti sono trasparenti e si può vedere l’interno del museo.

L’uso di questi involucri speciali in un museo virtuale permette all’interno del museo di essere indipendente dai fattori ambientali che potrebbero essere presenti in un museo reale, come il rumore esterno, la luce o le condizioni atmosferiche.

Ciò significa anche che l’aspetto delle opere d’arte all’interno del museo MdM rimane uniforme e coerente e non risente delle influenze ambientali del mondo esterno. Inoltre, lo speciale rivestimento consente di osservare gli oggetti del museo in un ambiente neutro e ottimale.

Questa soluzione è unica e innovativa e può contribuire all’esperienza dei visitatori del museo MdM. Il rivestimento permette ai visitatori del Museo MdM di immergersi facilmente nelle collezioni e nelle mostre del museo senza le distrazioni del mondo esterno.

Oltre agli spazi espositivi, il museo ospita anche aule didattiche, sale conferenze, una biblioteca e mostre temporanee.
Questi spazi aggiuntivi non solo migliorano l’esperienza dei visitatori del museo, ma contribuiscono anche a renderlo più attraente per un pubblico più ampio.

Le sale didattiche offrono ai visitatori l’opportunità di approfondire la conoscenza delle collezioni e delle mostre del museo attraverso conferenze, laboratori e altri programmi educativi. Questi programmi educativi possono aiutare i visitatori a conoscere meglio la collezione del museo e a migliorare la loro esperienza del MDM Museum.

Anche la sala conferenze è una struttura molto utile al museo MdM. Essa consente al museo di ospitare eventi e conferenze legati al mondo dell’arte, dando ai visitatori l’opportunità di conoscere meglio la collezione e le mostre del museo.

Inoltre, la biblioteca può aiutare coloro che desiderano approfondire la conoscenza della collezione del museo e dei suoi argomenti. Le mostre temporanee offrono al museo l’opportunità di rinnovare e aggiornare costantemente le sue esposizioni, rendendo il museo MdM più attraente per i visitatori nuovi e di ritorno.

Nell’edificio del MdM ci sarà anche una sala di proiezione dove il pubblico potrà assistere a una serie continua di video educativi sull’arte metaverbale. I video daranno ai visitatori l’opportunità di saperne di più sull’arte metaversa e sulle sue diverse branche.

La sala di proiezione può essere utilizzata per mostrare documentari, cortometraggi, interviste o altri video che illustrano l’arte, la storia e il significato del Metaverso. Questi video possono aiutare i visitatori a comprendere meglio l’arte e dare loro l’opportunità di immergersi nel mondo dell’arte del Metaverso.

Inoltre, la sala di proiezione offre al museo l’opportunità di organizzare conferenze speciali, colloqui e altri eventi legati all’arte metaversa. Questi eventi possono contribuire a rendere il museo ancora più attraente per i visitatori e danno la possibilità di incontrare dal vivo i rappresentanti dell’arte metaversa e di partecipare a eventi speciali.

La tecnoarchitettura del museo è resa più rilassante e piacevole da giardini con piante esotiche.
Questi giardini permettono di collegare organicamente l’esterno e l’interno del museo, formando un insieme armonioso.

Le piante esotiche, come le piante tropicali, i fiori colorati e il fogliame, con i loro colori vivaci e le loro forme interessanti, contribuiscono a rendere l’interno e l’esterno del museo più piacevole e attraente per i visitatori. Camminare attraverso questi giardini può dare ai visitatori la sensazione idilliaca di trovarsi in un ambiente che può aiutare la loro mente a elaborare le opere d’arte metaverse che vedono nel museo.

I giardini, piantati con piante esotiche, sono un modo eccellente per rendere l’ambiente esterno del museo MdM più piacevole e attraente e per creare un equilibrio tra tecnoarchitettura e natura. I giardini all’interno del Museo MdM offrono ai visitatori un’eccellente opportunità di rilassarsi in una piccola area verde mentre osservano le magnifiche opere d’arte del museo. Questi giardini contribuiscono all’esperienza del visitatore e diventano parte dell’offerta culturale del museo.

Il museo MdM sarà costruito su un’area di 768 x 768 metri, quindi di dimensioni enormi. Di conseguenza, saranno installati uno speciale sistema di teletrasporto e un HUD informativo per facilitare l’informazione dei visitatori.

In linea con le dimensioni del museo MdM, si presterà molta attenzione affinché i visitatori non si sentano smarriti nell’area e possano sempre trovare facilmente le sale espositive e i servizi adatti ai loro interessi. A tal fine, stiamo installando nel museo uno speciale sistema di teletrasporto e un HUD informativo.

Il sistema di teletrasporto consente ai visitatori di raggiungere immediatamente la posizione desiderata, senza dover camminare a lungo all’interno del museo. Inoltre, il sistema di teletrasporto consentirà ai visitatori di raggiungere facilmente e rapidamente diverse parti del museo, tra cui le aule didattiche, le sale conferenze, la biblioteca e le mostre temporanee.

Un HUD informativo fornisce ai visitatori informazioni aggiornate su mostre, programmi e servizi. L’HUD offre ai visitatori un modo interattivo per visualizzare una mappa del museo, l’ubicazione delle mostre e la disponibilità dei servizi, oltre alla possibilità di interagire con il museo.

Insieme, il sistema di teletrasporto e il dispositivo HUD informativo consentono ai visitatori di muoversi agevolmente all’interno del museo e di navigare senza problemi tra le mostre e i servizi.

La posizione costiera del museo consente ai visitatori di accedervi in barca. Abbiamo messo a disposizione dei posti auto per le barche nel porto, in modo che i visitatori possano trasferirsi facilmente dal ponte delle barche al museo. Inoltre, mettiamo a disposizione un’area speciale per i subacquei che desiderano esplorare il mondo sottomarino e avere un’idea dei reperti subacquei del MdM.


 

  • Laslo Ordogh Diabolus
  • Breve biografia RL:

    Educazione: Accademia di Industrial Design Budapest Dipartimento di Industrial Design (1971-1976) Laureato: summa cum laude come designer industriale
    Accademia di Design Industriale e Università di Ingegneria formazione post-laurea in design di sistema (1976-1979)
    Ricerca e sviluppo: Simulazione di ingegneria umana, Avatar industriali (1981-1988 OMFB IFTI) (1989-1998 IST GmbH. ) Progetto di tecnologia di simulazione umana DFKI German Research Center for Artiffical Intelligence (1999-2002). Sviluppatore software senior: Realtà Virtuale Avatar Industriali (ICIDO GmbH 2002-)
    Esperienza in: Industrial design, design grafico, corporate design, progettazione e organizzazione di sistemi, sviluppo e programmazione di software. Lingue: C++, LSL
    Competenze speciali: Tecniche artistiche tradizionali, Computer Graphics, 3D Visualising & CG Special Effects, Computer Aided Design CAD, Engeneering Data Management (EDM) in ambiente Intranet e Internet. Tecnologia dell’informazione avanzata (AIT) (Digital Mock-Up) Ergonomia Realtà virtuale e tecnologia di simulazione Progettazione e produzione di apparecchiature mediche, Progettazione di sistemi di comunicazione (2000-2001)
    L’elenco delle pubblicazioni e delle esposizioni si trova nel sito web diabolus.
    Proprietario e CTO delle società ViVeTech e ViVeLab ERGO

 

Translate »
Need Help?
×

Hello!

Click one of our contacts below to chat on WhatsApp

× How can I help you?